indietro


05 ago 2015

I Mercati della Terra e del Mare di Torre Guaceto ed. 2015



9, 10, 11 agosto 2015 al Centro Visite AL GAWSIT di Serranova 
I MERCATI DELLA TERRA E DEL MARE di Torre Guaceto 
5^ edizione: INTORNO AL CIBO “IDENTITARIO” PER NUTRIRE IL PIANETA EXPO 2015 
Una piazza internazionale dei sapori e delle musiche, dei saperi e dei raccolti 
Un progetto Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus per grandi e bambini con Presidi, Comunità, Cuochi di Terra Madre, aziende e produttori BIO

Il percorso eco-gastronomico della Notte di San Lorenzo si conferma uno dei più attesi e seguiti eventi estivi della Riserva di Torre Guaceto, dove, il Cibo Narrante diventa elemento per penetrare la cultura e il sapore dei luoghi attraverso le antiche materie prime e la parola. Protagonisti dei Mercati della Terra e del Mare sono i produttori/trasformatori inseriti nelle Comunità del Cibo della rete di Terra Madre, nel circuito delle Masserie didattiche e del Bio Itinerario della Provincia di Brindisi che hanno la possibilità di gestire un proprio spazio espositivo di vendita e degustazione dei propri prodotti, per la maggior parte dei casi tra i Presìdi Slow Food, nell’atlante dei prodotti Tipici di Puglia, prodotti agricoli e alimentari regolati da sistemi di qualità riconosciuti dall’Unione Europea (DOP IGP ecc.) e produzioni biologiche.

La piazza dei MERCATI DI TORRE GUACETO, allestita nei giorni 9, 10 e 11 agosto presso il Centro Visite “AL GAWSIT” dell’area protetta, nella Borgata di Serranova (Carovigno), rappresenta il punto di arrivo di una lunga ricerca tra cibo, sostenibilità ed arte. Un evento multidisciplinare, che già dalla sua prima edizione ha mostrato tutte le sue numerose potenzialità (nell’edizione 2014 si sono registrate circa 20.000 presenze). L’evento non si rivolge solo agli appassionati del cibo di qualità, ed è per questo che Slow Food, nella prossima edizione, organizzerà per i più piccoli uno speciale percorso didattico di educazione al cibo, alla sostenibilità e alla lotta allo spreco con la presentazione del progetto degli Orti in Condotta.

L’obiettivo dei Mercati è quello di valorizzare il senso del lavoro in difesa dei piccoli contadini, dei pescatori e delle produzioni tradizionali, il senso dell’educazione alla qualità, della richiesta del buono, pulito e giusto e della lotta per la giustizia sociale nel sistema alimentare, stringendo sempre più un’alleanza tra produttori e consumatori nella rete di Terra Madre. 

L’evento vuole essere un’ulteriore occasione per ribadire quello che ormai deve diventare una priorità per dare un futuro all’agricoltura e alla pesca del nostro territorio: la biodiversità culturale e ambientale va preservata e valorizzata, e la piccola scala è l’unico modo per farlo al meglio.

Coltivare la biodiversità per nutrire il pianeta garantendo un’alimentazione sostenibile sarà il contributo determinante di Slow Food ad Expo Milano 2015, un’occasione per ragionare su come le visioni del futuro dell’alimentazione proprie dell’Associazione potranno collaborare creando una sinergia positiva tra Buono, Pulito e Giusto, motto di Slow Food, e Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, tema dell’Evento. I Mercati della Terra e del Mare seguiranno le linee programmatiche di tale Evento Internazionale. 

Sarà allestita la mostra dei Mercati: “I Cibi che Nutrono e Cambiano il Mondo” in ultima analisi la gastronomia è una lingua, con il suo alfabeto, i suoi dialetti, il suo senso di identità e un legame a territori ben precisi. 

Contestualmente ai risultati delle ricerche archeologiche del villaggio dell’età del Bronzo di Scogli di Apani si è pensato di integrare il programma della manifestazione con laboratori per grandi e piccoli per approfondire alcuni temi dell’alimentazione preistorica nel territorio della Riserva Naturale, il rapporto uomo-cibo,tradizioni,cultura e territorio. Si metteranno alla stessa tavola archeologi con esperti di alimentazione e chef, replicheranno l’alimentazione quotidiana di un gruppo familiare dell’età del bronzo. Bambini ed adulti saranno coinvolti nei laboratori in modi diversi. Negli spazi che riproporranno un ambiente domestico preistorico i bambini svolgeranno delle attività didattiche e artigianali, gli adulti saranno coinvolti in workshop tematici conversando di cibo nella preistoria e nella preparazione di cibi che poi saranno degustati. L’iniziativa sarà realizzata in collaborazione con VivArch, consorzio di associazioni culturali pugliesi che si occupa di ricerca e didattica nel settore dell’archeologia in parchi e riserve del territorio regionale. Capofila dell’iniziativa l’associazione culturale Terracunta che dirige le ricerche archeologiche in zona. 

Ospiti:

  • Vincenzo Epifani, Presidente del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto
  • Serge Latouche economista, filosofo e professore emerito Università di Parigi
  • Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia
  • Valter Cantino professore di Economia Università di Torino
  • Piero Sardo presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

dialogheranno sulle tematiche della “DECRESCITA FELICE, dello SPRECO ALIMENTARE e di CIBO IDENTITARIO”. In un mondo guidato dal mito della crescita illimitata, dilaniato dalla competizione sfrenata, dal consumo illimitato delle risorse naturali, dall’aumento delle diseguaglianze, della povertà, e da una insoddisfazione crescente, ci chiediamo se è possibile costruire un futuro migliore. Le riflessioni dei nostri ospiti, spaziando in diversi campi, mettono in evidenza alcuni degli elementi necessari per creare l’alternativa alla situazione attuale. 

Anche quest’anno si dedicherà un importante evento al tema dell’olio di oliva italiano. Da più parti ci arrivano segnali di grave sofferenza, in particolare dai produttori e olivicoltori, per questo comparto strategico per l’agro alimentare italiano. Una produzione che fino a pochi anni fa era la prima al mondo, un vanto della nostra agricoltura, rischia di diventare una produzione marginale messa in crisi da politiche commerciali spregiudicate, dalla concorrenza spietata di altri paesi produttori, dall’abbandono degli uliveti per insufficiente redditività. Slow Food intercetta gran parte di queste lamentele per il ruolo che gioca nell’agro alimentare italiano e per essere editore della più importante guida agli extravergini d’Italia e pertanto, ha deciso di raccogliere questa richiesta di aiuto. A Torre Guaceto il giorno 11 agosto, unica tappa in Puglia, verrà presentata la Guida agli extravergini d’Italia. Protagonisti di tale evento saranno Gaetano Pascale presidente Slow Food Italia, Piero Sardo presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, Antonio Attorre giornalista, scrittore, docente universitario e i produttori degli oli pugliesi recensiti in guida. Nell'ambito della serata ci saranno gli interventi di Antonella Antonazzo Soprintendenza ai Beni Archeologici della Puglia, Laura Vernotico Presidente Deep Diving Research Onlus,  Nicolò Carnimeo docente UniBA, Presidente Vedetta sul Mediterraneo sul tema Cibi in viaggio nell'antichità. Olio testimonianza nei relitti pugliesi

Tutte le sere: LA MUSICA LIBERA DEI MERCATI DELLA TERRA E DEL MARE:

  • 9 AGOSTO 2015 “BAG” TO THE FUTURE - una nuova espressione della zampogna - è un viaggio sonoro in cui i ritmi e le melodie tradizionali virano verso il rock, il jazz, il funky e la musica classica, dando vita a un incontro di generi e ispirazioni eterogenee, legate insieme da tanto groove, per un impatto travolgente. Alla guida di questo progetto è lo straordinario e originalissimo quartetto della Zampognorchestra, composto da Giuseppe “Spedino” Moffa, Aldo Iezza, Antonello Di Matteo e Massimiliano Mezzadonna. L'incontro con il tamburellista Vincenzo Gagliani, considerato uno tra i più innovatori maestri del tamburello sperimentale italiano, ha dato maggiore forza e groove ad un progetto già originalissimo. Cinque musicisti che, tutti intorno ai trent’anni e con un diploma di conservatorio in tasca, sono riusciti a piegare due degli strumenti tipici della tradizione dell'Italia Centro-meridionale, trasformandoli in una vera e propria “orchestra”, tanto atipica quanto trascinante. Vera e propria novità assoluta nel mondo della musica, la Zampognorchestra attinge alle complessità armoniche e ritmiche, nonché ai linguaggi musicali più diversi: dalla musica sinfonica di Beethoven e Dvorak al graffiante funky-rock, dai trascinanti ritmi sud americani alle romantiche chansons francesci di Édith Piaf, dalle tradizionali tarantelle del sud-Italia alle affascinanti polifonie della Corsica. Un vero viaggio musicale a 360° tra brani originali del quintetto e famosissime melodie che hanno segnato la storia della musica dell’ultimo secolo.
  • 10 AGOSTO 2015 SAFAR MAZI' …piccola orchestra multietnica che riunisce musicisti con varie esperienze di musica tradizionale e jazz in un viaggio tra percussioni romene, fisarmoniche friulane, corde iraniane, bouzuki greci e fiati veneto-pugliesi che dialogano e interagiscono rimescolando confini geografici e musicali. .. una sorta di "Orchestra di Piazza Vittorio" in formato ridotto, che dal jazz ai ritmi balcanici propone sonorità energiche e delicate, reinventate a partire dalle musiche tradizionali. Un caleidoscopio di suoni e culture per ballare sui ritmi del Mediterraneo, del Medioriente e oltre attraverso le musiche contenute nel loro ultimo cd "Safar", cioè viaggio…
  • 11 Agosto 2015 I Taricata… di questa e altre pizziche, di terra e d’acqua dolce un viaggio coinvolgente tra musiche, canti e danze popolari della Terra dell’Alto Salento e del Mediterraneo. Le tipiche sonorità arricchite da voci e balli locali della antica e nuova tradizione faranno da colonna sonora agli incontri e alle degustazioni della festa della nostra ricca Terra. Alla genuinità dei cibi si accompagneranno le armonie vivaci e dense delle nostre antiche e prolifiche radici. Essa costituisce un presidio di suoni della biodiversità musicale.
Maggiori informazioni su www.mercatiditorreguaceto.it
In allegato la locandina da poter appendere presso la propria struttura.


Tag






 

 

In evidenza

Registrazione EMAS II della Dichiarazione Ambientale dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto

La Sezione EMAS Italia del Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoaudit, nella seduta del 22 dicembre 2005, ha deliberato la registrazione dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto, attribuendogli il numero I-000412 con validità fino al 10/06/2008. Il processo di Registrazione EMAS II, intrapreso nel 2002 ...

Leggi di più

Approvato il Regolamento di Esecuzione ed organizzazione dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto

Con Decreto 26 Gennaio 2009 è stato approvato il Regolamento di Esecuzione ed organizzazione dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto. Tale strumento, previsto dal decreto di istituzione dell'Area Marina Protetta, regolamenta lo svolgimento di alcune attività consentite all'interno dell'Area ...

Leggi di più

Fatturazione Elettronica

Denominazione Ente: Consorzio di Gestione di Torre Guaceto Codice Univoco Ufficio: UF8ZR2 Nome dell'Ufficio: Uff_eFatturaPA Responsabile: Dott. ALESSANDRO CICCOLELLA

Leggi di più

Meteo

 

Avvisi Pubblici e Bandi Attivi

Sono presenti n. 3 bandi attivi

Vedi tutti