• La Torre Aragonese, recentemente restaurata, offre.........

indietro


21 giu 2011

Pesca professionale



Nell’area marina protetta non è consentita la pesca a strascico, a circuizione, con reti tipo cianciolo e con la lampara.
Nell’area marina protetta non sono consentiti l’acquacoltura e il ripopolamento attivo.
Nelle zone A e B è vietata qualunque attività di pesca professionale.
Nella zona C è consentita esclusivamente la piccola pesca artigianale, previa autorizzazione dell’Ente gestore, riservata ai pescatori residenti nei comuni ricadenti nell’area marina protetta iscritti alle imprese e alle cooperative di pesca aventi sede legale nella provincia di Brindisi alla data di approvazione del presente regolamento, nel rispetto delle seguenti modalità:
  1. esclusivamente mediante unità navali con stazza massima di 2 GT e potenza massima di 35 KW;
  2. con utilizzo di rete da posta fissa, di lunghezza massima e diametro minimo della maglia  stabiliti annualmente dall’Ente gestore, sulla base delle risultanze del monitoraggio dello sforzo di pesca, con successivo autonomo provvedimento;
  3. ad una distanza minima di mezzo miglio nautico della costa e comunque ad una batimetria non inferiore ai 10 metri;
  4. mediante un’unica cala di rete per unità;
  5. per tutto l’arco dell’anno, ad eccezione dei periodi di fermo stagionale stabiliti  dall’Ente gestore e dalle Autorità competenti.
I soggetti autorizzati alle attività di piccola pesca professionale, ai fini del monitoraggio, devono comunicare annualmente all’Ente gestore i periodi, le modalità di pesca, il quantitativo e la tipologia del  pescato. Tali comunicazioni vengono riportate su un apposito registro tenuto dall’Ente gestore, delle cui annotazioni viene rilasciata copia ai soggetti stessi.
A fronte di particolari esigenze di tutela ambientale, sulla base degli esiti del monitoraggio dell’area marina protetta, l’Ente gestore si riserva il diritto, con successivo autonomo provvedimento, di disciplinare ulteriormente le modalità di prelievo delle risorse ittiche, in particolare stabilendo il numero massimo di pescate settimanali ed il numero massimo di unità autorizzate all’attività di pesca.



Tag








 
Questa pagina è stata vista 2295  volte

 

In evidenza

Registrazione EMAS II della Dichiarazione Ambientale dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto

La Sezione EMAS Italia del Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoaudit, nella seduta del 22 dicembre 2005, ha deliberato la registrazione dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto, attribuendogli il numero I-000412 con validità fino al 10/06/2008. Il processo di Registrazione EMAS II, intrapreso nel 2002 ...

Leggi di più

Approvato il Regolamento di Esecuzione ed organizzazione dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto

Con Decreto 26 Gennaio 2009 è stato approvato il Regolamento di Esecuzione ed organizzazione dell'Area Marina Protetta di Torre Guaceto. Tale strumento, previsto dal decreto di istituzione dell'Area Marina Protetta, regolamenta lo svolgimento di alcune attività consentite all'interno dell'Area ...

Leggi di più

Fatturazione Elettronica

Denominazione Ente: Consorzio di Gestione di Torre Guaceto Codice Univoco Ufficio: UF8ZR2 Nome dell'Ufficio: Uff_eFatturaPA Responsabile: Dott. ALESSANDRO CICCOLELLA

Leggi di più

Meteo

 

Avvisi Pubblici e Bandi Attivi

Sono presenti n. 1 bandi attivi


data pubblicazione: 06/03/2018
data scadenza: 31/12/2018

Vedi tutti